A1 donne A2 donne Fip In primo piano Minors Serie B

Oscar Basket Vicentino 2017

oscar

Ci sono gli Oscar del cinema. Poi il Pallone d’oro nel calcio, gli Nba Awards oltreoceano e il Premio Reverberi per i migliori cestisti italiani. Ora è giunto il momento anche degli Oscar del basket vicentino, con i migliori protagonisti vicentini o di squadre vicentine che si sono distinti nella stagione 2016/17 nel mondo della palla a spicchi. È la prima edizione in assoluto, per la quale stiamo organizzando anche un evento di premiazione, con la prospettiva e l’auspicio che possa diventare un apprezzato appuntamento fisso annuale in grado di dare più rilevanza al movimento cestistico berico.

Il basket è uno sport di squadra, ma è fatto anche da tanti singoli che si elevano all’interno di una stagione. LaBaskettara ha scelto quattro categorie da premiare, in campo maschile e femminile, più un Premio speciale alla carriera.

Ecco i nomi di vincitori e vincitrici, con le relative motivazioni.

Miglior giocatore

Alberto Chiumenti, OraSì Ravenna

Il vicentino di Marano ha chiuso la stagione al quarto posto in classifica in A2, a due punti dalla vetta del girone est, e poi si è fermato nella corsa playoff solo contro la corazzata Virtus Bologna che è salita in scioltezza in A1. Il 30enne Chiumenti, classico “uomo squadra” in grado di dare un apporto totale in campo, ha portato il suo contributo all’esaltante stagione romagnola anche in canestri, sfiorando la doppia cifra per punti di media tra campionato e playoff, alla prima stagione con Ravenna dopo sei anni nella “sua” Casalpusterlengo.

Miglior giocatrice

Tina Jakovina, VelcoFin Vicenza

Fin dal suo primo allenamento con Vicenza, il giorno del raduno, si è capito subito che sarebbe stata una “fuoricategoria”, una giocatrice capace di spostare gli equilibri in campo. Poi lungo il corso della stagione si è rivelata anche una professionista modello al di fuori del parquet, nei rapporti con squadra e team. La Nazionale slovena pescata da Aldo Corno ha chiuso la stagione con 15 punti e 7 rimbalzi di media nella sua prima e unica stagione in maglia VelcoFin, trascinandola a un passo dall’A1.

Miglior coach uomini

Marco Venezia, Garcia Moreno Arzignano

Una stagione sorprendente in C Gold, conclusa ai playoff. L’ex vice di Eugenio Dalmasson alla Pallacanestro Vicenza, anche lui sugli scudi con Trieste in A2 quest’anno, ha costruito una squadra combattiva che da outsider ha dato del filo da torcere a tutte le avversarie.

Miglior coach donne

Rob Engel, Quinto Miglio

Una squadra neopromossa e senza sponsor che a inizio stagione ha lanciato un crowfounding su internet per recuperare le risorse necessarie ad affrontare il campionato di serie B. L’avvio sprint con un filotto di vittorie aveva fatto pensare ad una storia da favola; poi il calo. Ma l’esordiente coach americano è riuscito ad ottenere l’obiettivo della salvezza. Un sogno quello del Quinto svanito dopo l’incredibile ritiro dal campionato di questo inizio di stagione.

Miglior dirigente uomini

Enrico Marin, Oxygen Bassano

È riuscito a salvarsi con la squadra più giovane della C Gold. Ha portato alle finali nazionali l’Under 18 e l’Under 16, arrivata fino all’atto conclusivo perso da favorita contro la Stella Azzurra Roma, risultati di prestigio che da anni non si vedevano nelle giovanili vicentine. Dopo l’esperienza con il Vicenza Basket Giovane, Marin è tornato a costruire un’altra scuola di giovani talenti vicentini.

Miglior dirigente donne

Lidia Gorlin, Gesam Lucca

Ha vinto lo scudetto. Basterebbe questo come motivazione. Ma il fatto è che il “topolino” Lucca l’ha vinto contro il “gigante” Schio, con un progetto e una struttura societaria costruita, negli anni senza grandi risorse. Una squadra che ha compiuto un’impresa unica, rispecchiando il temperamento della vicentina leader in campo negli anni ’80 con la mitica As Vicenza,

Miglior Under 20 maschile

Aleksa Nikolic, Oxygen Bassano

Il 18enne talento serbo che ha firmato per De’ Longhi Treviso in A2 la prossima stagione è stato un fattore per la squadra bassanese in C Gold con oltre 15 punti a partita e nelle Finali Nazionali Under 18 con una doppia doppia di media da 14 punti e 10 rimbalzi. I suoi due metri di altezza fra qualche anno svetteranno ad alti livelli. E il ricordo andrà sempre alla sua esplosione “vicentina”.

Miglior Under 20 femminile

Jasmine Keys, San Martino di Lupari

La 19enne di Montecchio si è divisa tra A1, con 4 punti di media, e A2, 13 ogni sera, la migliore di tutta la squadra: cifre ragguardevoli confermate anche dalle buone prestazioni agli Europei under 20 con la Nazionale. Dopo una stagione travagliata alla VelcoFin Vicenza, la figlia di Rudy è tornata ad essere la speranza per il futuro azzurro sotto canestro.

Premio Speciale alla Carriera

Ennio Sabbadin, preparatore atletico Famila Schio

Dopo vent’anni lascia i parquet di alto livello, dai successi con l’As Vicenza a quelli con il Famila Schio, passando per le promozioni con la Pallacanestro Vicenza. Sabbadin rappresenta una figura storica del basket vicentino, un lavoro dietro le quinte che ha portato risultati e soddisfazioni. L’addio di questa stagione dal Famila all’inizio non l’aveva preso bene, ma poi l’amico di Mendez ha accettato serenamente una scelta che chiude una carriera “speciale”.

SOSTIENI LABASKETTARA

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: