Fip In primo piano Minors

Giovani provinciali. E nazionali

Oxygen Bassano

È stata un’ottima annata per squadre e atleti delle giovanili vicentine. Soprattutto della provincia, visto che nella città capoluogo ci si è fermati al titolo regionale Under 15 della Pallacanestro Vicenza targata Unisalute, vinto sul parquet vicentino di Carrè. Un buon risultato, certo, visto che mancava da anni. Ma il vero lustro lo danno i campionati nazionali. E in campo maschile a brillare è stata la corsa dell’Oxygen Orange1 Bassano Under 16 (nella foto) che si è fermata solo in finale contro quella fucina di talenti che è la Stella Azzurra Roma. Un po’ di delusione c’è visto che la squadra bassanese, impreziosita di alcuni giocatori padovani, era considerata la grande favorita non avendo mai perso nemmeno una partita in tutta la stagione prima dell’atto conclusivo. Ma i giovani allenati da Zanatta si faranno valere anche negli anni futuri. Sempre Bassano, questa volta Under 18, ha raggiunto le finali nazionali in una stagione in cui i giovani diciottenni italiani con la Nazionale Under 19 sono approdati in una storica finale mondiale battendo la Lituania e la Spagna dai talenti mostruosi a livello giovanile. Nell’Under 20 di Maurizio Buscaglia, infine, c’è un altro prodotto del vivaio bassanese quest’anno andato a giocare al college negli Usa, Mattia Da Campo.

In campo femminile, invece, è il solito Famila Schio, col marchio Kinder+Sport, a tenere alto l’onore del basket vicentino. Seppur gli investimenti della società scledense vadano di gran lunga alla prima squadra, le orange riescono con continuità a raggiungere la competizione nazionale con le Under 18. Quest’anno le ragazze allenate da Piero Zanella hanno sfiorato l’ingresso tra le prime quattro squadre italiane. Ma le soddisfazioni per il basket giovanile vicentino arrivano anche dalla coppia Jasmine Keys e Francesca Pan, punte di diamante della Nazionale Under 20 Femminile che in questi giorni in Portogallo è una delle squadre favorite al campionato europeo di categoria. Ancora due “provinciali” arrivate ai massimi livelli: Keys di Montecchio, Pan del bassanese.

All’appello manca il capoluogo, quella Vicenza che in campo femminile negli anni ’70 e ’80 ha vinto scudetti giovanili a ripetizione e sfornato grandi talenti anche per la Nazionale. Nel maschile, invece, Vicenza è ferma alle finali nazionali cadetti del Vicenza Basket Giovane in collaborazione con il Dueville, con l’annata 1985, quella di Umberto Campiello ed Enrico Crosato ora protagonisti in serie B, allenata da Canova e Fasolo. Negli anni ’90, invece, sono state diverse le finali nazionali raggiunte dalla Pallacanestro Vicenza con un terzo posto assoluto raggiunto grazie alla collaborazione con la Virtus Padova. La chiamata quest’anno ai raduni nazionali del 16enne Piergiacomo Rigon è troppo poco, ma potrebbe rappresentare un buon punto di partenza per una società risorta solo cinque anni fa. Fondamentali sarebbero le collaborazione tra società, ma non solo. Ci vuole un sistema che punti non solo a fare numero su quote e iscritti, ma sulla qualità degli elementi da far crescere. Poi il nome della città capoluogo darebbe più lustro a tutto il movimento locale.

Il bello del basket, però, sono anche le sue anime provinciali.

Protagoniste nazionali.

(qui tutte le news sulle giovanili vicentine)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: