In primo piano Serie B

Fuori dal quintetto Zampogna? Che (non) risposta di Ciocca! Per il coach arriva già un primo… esonero

Mai ci saremmo aspettati che ad una semplice domanda sull’ultimo test prima delle gare ufficiali, l’allenatore della Tramarossa Vicenza, Cesare Ciocca, presentato tra l’altro con l’essere molto apprezzato sul lato umano, rispondesse in modo così sgarbato. Una mancanza di rispetto verso la nostra testata giornalistica che ci fa sorridere andando a rileggere il messaggio arrivato da un dirigente della società dopo che abbiamo riportato il coro, da noi mai visto su un campo da basket, dei tifosi avversari proprio di Mestre per l’allenatore esonerato da Vicenza.

“Caro direttore, secondo cultura sportiva accettiamo ogni critica, anche severa, e pure il sarcasmo. Ma la mancanza di rispetto non la permettiamo a nessuno. Stai bene..!”

Ci è arrivata poi anche un’altra lunga mail, oltre a quella piccata del telecronista ufficiale dopo che avevamo fatto notare il suo scivolone in diretta nazionale sul canale youtube della Lnp, quando ha polemizzato con questo giornale citando un vecchio voto in pagella ironico dato ad un ex giocatore della Tramarossa. Cose mai viste e impensabili. Per tutte e due le missive non valeva la pena replicare, nonostante le pesanti frasi contenute, capendo per entrambi gli scriventi la frustrazione dovuta ai risultati scadenti della squadra. Ma una risposta del genere da Ciocca oltre che irrispettosa è incomprensibile a una domanda posta senza alcun intento polemico sul motivo per cui il play titolare Zampogna non è partito in quintetto (i primi 5 sono stati Hildago, Cernivani, Bastone, Corral e Petracca).

“Devo spiegarti perché non parte in quintetto Zampogna? Fammi delle domande che abbiano una logica e io ti rispondo. Non è partito perché sono partiti altri giocatori. Perdonami, faccio fatica a rapportarmi in questo modo qua”.

Una scortesia gratuita alla quale poteva gentilmente soprassedere dicendo di essere di fretta, o affermando che non era al 100% della forma oppure ancora, più comprensibile, che in prestagione è il tempo degli esperimenti. E invece no, con quel tono maleducato poi che ci ha lasciati allibiti. A meno che l’irrequietudine palesata da Ciocca non lasci presagire a nulla di buono per l’impiego futuro Zampogna in regia, reparto che rimane l’incognita più vistosa della squadra in vista del campionato. Anche se noi ci auguriamo che il 19enne figlio d’arte possa trovare più minuti possibili.

Una risposta che ci fa tornare alla mente l’immeritato esonero, in quel momento della stagione, come dimostrato anche dai risultati successivi, per l’allenatore della scorsa stagione, soprattutto dal punto di vista umano.

Continueremo a seguire la squadra, già assai snobbata dagli altri media locali, anche se come abbiamo già spiegato in modalità più contenuta rispetto a una volta.

Ma su coach Ciocca, per quanto ci riguarda, è meglio darci… un taglio.

Mediaticamente è già “esonerato”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: