In primo piano Minors

Ncaa a Vicenza, c’è ancora speranza dall’America. O l’ipotesi Festa del Ringraziamento

Difficile, ma non impossibile.

Il College Basketball Tour a Vicenza non è stato ancora annullato ufficialmente, sebbene le possibilità anche secondo gli organizzatori siano minime di vedere i talenti Ncaa durante la preparazione estiva in giro per l’Italia.

Quel che è certo è che gli organizzatori americani dei viaggi delle Università statunitensi in Europa non molleranno fino all’ultimo.

Sul piatto ci sono ingenti perdite economiche e si spera che la pandemia in agosto sia del tutto risolta.

Visto che il finale di stagione con le finali nazionali è stato cancellato, la preparazione estiva risulterebbe poi ancor più importante, magari lontano da quegli Stati Uniti dove gli effetti dello scoppio del contagio da Coronavirus sono solo all’inizio. Ma l’Italia in quel caso lascerà aperti gli atterraggi oltreoceano?

Altra ipotesi ventilata dall’America in questi convulsi giorni da Coronavirus è di spostare il tour durante un altro periodo di festa, il Thanksgiving Day, la Festa religiosa del Ringraziamento molto sentita al di là dell’Oceano.

Cercando di incastrare gli impegni con l’ormai consolidata collaborazione con l’Oxygen Bassano, realtà giovanile ormai conosciuta in tutta Italia e che già nella passata stagione si è fatta notare durante la sfida contro un colosso come Syracuse.

La speranza è l’ultima a morire.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: