Fip Minors

Dng, chiusa la prima fase: Bassano imbattuto, sorriso Vicenza e Oboe ne fa 28

Percorso “netto” (14 vittorie su 14!) – è il resoconto della Fip Veneto – per la capolista Orange1 Oxygen nel girone “Ecru” veneto del campionato Under 18 Eccellenza DnG. La formazione di Papi, in una gara molto accesa (lo stesso coach bassanese espulso…), ha espugnato soltanto dopo due tempi supplementari per 99-93 il campo della De’ Longhi Treviso. Con il netto successo, ottenuto al “Taliercio” ai danni del Futuro Insieme Pordenone (111-45!) ultimo in classifica, l‘Umana Reyer Venezia di Alberto Buffo chiude al 2° posto scavalcando la Rucker Sanve che, invece, è stata sconfitta sul campo della Unisalute Vicenza (79-68).

Dietro di loro, quarta la Pallacanestro Trieste 2004 che ha inflitto una pesante sconfitta all’altro fanalino di coda Leoncino Basket Mestre Academy (nell’occasione “doppiato” 86-43). Le prime quattro classificate si incroceranno ora, nella seconda fase, con le prime quattro dell’altro girone gestito da Fip Veneto (“Ebano”): Fortitudo Bologna, Aquila Trento, Virtus Bologna e Titano San Marino.

Altre tre formazioni venete disputano il campionato nel girone lombardo. Nella 3^ giornata di ritorno, la Tezenis Scaligera Verona di Franco Marcelletti si è aggiudicata per 60-52 il derby veneto con il Petrarca (Borsetto 15) disputato nel palasport Don Calabria gremito ed aggancia al quarto posto – che vale lo spareggio interzona – Vis Ferrara e Leonessa Brescia. La gara è stata molto equilibrata (33-33 al 20′) ma nel rush finale i locali se ne sono impossessati grazie a un’ottima difesa di squadra e allo scatenato Oboe (28 punti per il vicentino, con lui in doppia cifra anche Guglielmi 12) ora terzo miglior marcatore del girone. «Una partita durissima contro un avversario ben allenato, ben strutturato sia tecnicamente che fisicamente – commenta coach Marcelletti –. Negli ultimi due minuti siamo riusciti a mettere la testa avanti con buone soluzioni da tre punti e capitalizzando in lunetta i falli subiti. Una prova di maturità importante da parte dei ragazzi, che sono stati bravi a crederci fino alla fine».

In corsa per l’interzona resta anche l’Antenore Energia Virtus di Mauro Seno. I neroverdi padovani, lunedì sera sul parquet amico di Rubano, hanno battuto per 84-74 proprio Ferrara (42-47 al 20′) mettendo la freccia del sorpasso nella ripresa: con una prova corale, grazie alle percentuali al tiro (54% da due e 47% da tre) e ben quattro giocatori in doppia cifra: Visone 21, Pellicano 13, l’altro vicentino Basso 12 – e Cignarella 10.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: