In primo piano Serie B

“Vicenza for Kobe”: toccante ricordo al palasport e in arrivo un campetto dedicato a Bryant

Momenti di forte intensità emotiva giovedì sera al palaGoldoni per il “Kobe Bryant Day” organizzato dalla Pallacanestro Vicenza: prima della partita un commosso ricordo letto dallo speaker per l’ex giocatore icona mondale deceduto tragicamente; poi il minuto di silenzio e gli applausi del folto pubblico accorso al palasport, anche grazie alle iniziative promozionali per chi indossava la maglietta dei Lakers col numero 8 o 24 e ai giovani cestisti delle società di basket cittadine Araceli e Argine invitati.

Anche il vicesindaco Matteo Tosetto ha assistito alla gara di serie B disputata dalla Tramarossa Vicenza contro la Rucker Sanve: i primi 24 secondi sono trascorsi con i giocatori tutti fermi e lo stesso al cambio di possesso palla per altri 8 secondi. Un omaggio dei giocatori in campo ai numeri di maglia di Bryant, ricordato anche nell’intervallo del match attraverso un video proiettato sui maxischermi del palazzetto con la sua toccante lettera d’addio al basket giocato letta da Flavio Tranquillo.

In città intanto è già stata portata al sindaco Francesco Rucco la proposta di intitolazione a Kobe Bryant del riammodernato playground di via Istria, all’interno del parco giochi comunale nel quartiere di San Francesco, da parte dell’associazione politica Idea Vicenza presieduta da Caterina Soprana e coordinata da Antonio Buglione, ex giocatore e grande appassionato della palla a spicchi. Un campetto cui tanti vicentini sono affezionati e che è meta di molti appassionati, giocatori agonisti e amatori, nonché teatro di importanti tornei estivi.

“L’intento – spiega Buglione – è quello di far sì che il “Playground Kobe Bryant” continui ad essere un luogo di aggregazione per gli amanti del basket e un punto di incontro per i giovani che riconoscono in Kobe Bryant un atleta da continuare a seguire e imitare.

Infine in tema di storie sul basket a stelle e strisce la Tramarossa Vicenza ha organizzato per venerdì 7 febbraio alle ore 19 presso il Drunken Duck in Piazza delle Erbe un incontro con Riccardo Pratesi, giornalista della Gazzetta dello Sport e storica penna della NBA sul quotidiano sportivo più venduto d’Italia.

Si parlerà di basket americano per presentare il libro “30 su 30”, opera che racconta storie e retroscena delle 30 città e franchigie della pallacanestro oltreoceano. All’incontro sarà presente anche Davide Piasentini, altra penna della Gazzetta dello Sport dedita allo sport USA.

Il tutto con un imprescindibile ricordo del mito di Kobe Bryant.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: