In primo piano mercato

Bivio Tramarossa, c’è Venezia sulla “strada” della panchina

Non è bastata una stagione al di sopra delle attese e conclusa al terzo posto del girone per far svanire i dubbi della dirigenza su Marco Silvestrucci, già affiancato quest’anno da Marco Sinicato, prima dalla tribuna e poi in panchina, dopo la nostra segnalazione. C’è infatti la “strada” Marco Venezia dietro ai tentennamenti sul rinnovo del biennale di coach “Silver”, quando mancano pochi giorni alla scadenza. Venezia, ex vice di Eugenio Dalmasson agli ultimi tempi d’oro della Pallacanestro Vicenza, ha terminato questa settimana una complicata stagione con il Garcia Moreno Arzignano, conclusa con la salvezza ai playout nel derby contro i giovani del Bassano. Ma dopo tanti anni sulla panchina dei griffons sta valutando se accettare l’opportunità di tornare sulla panchina della squadra del capoluogo, anche perché oltretutto Arzignano pare sia orientato a ridimensionare il suo progetto, cedendo il titolo sportivo di C Gold.

La dirigenza vicentina al completo era presente l’altra sera al palaTezze per tornare a sondare con forza la disponibilità di coach Venezia dopo i primi contatti. Fra pochi giorni arriverà il momento della scelta per la Tramarossa Vicenza, decisione che condizionerà anche quella delle future pedine sullo scacchiere biancorosso. Con l’arrivo del nuovo allenatore, infatti, con il suo stile di gioco più orientato sulla fase difensiva, rimarrà capitan Umberto Campiello, mentre partiranno entrambi i due più fantasiosi argentini, che ben si adattavano al gioco in velocità di Silvestrucci, apprezzato da gran parte della tifoseria. Ma in pole adesso c’è Venezia che, però, vuole rassicurazioni sul mercato al ribasso che si prospetta in casa vicentina.

Fra poche settimane la scelta ufficiale dell’allenatore, sperando che Vicenza riesca a trovare una strada vincente anche per la nuova stagione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: