Serie B

Mission impossible Vicenza, da Cento per 100

Nove vittorie su 9 partite. Il totale fa 100%. Un tifo da serie A (nella foto in trasferta a Padova domenica scorsa). La capolista dell’ex Marco Pasqualin si prepara ad ospitare la Tramarossa Vicenza, alle prese con gli infortuni. Servirà una mission impossible per vincere sul campo della Benedetto XIV domenica alle ore 18. Anche perchè rientrerà dopo un lungo stop il pivot padovano Michele Benfatto, miglior marcatore stagionale; mentre sul versante vicentino non si hanno più notizie sulla situazione di Diego Corral. Per i ragazzi di Marco Silvestrucci non basterà dare il 100%, servirà di più…

La presentazione della Pallacanestro Vicenza sul match:

Tre vittorie consecutive il trend attuale della Tramarossa Vicenza, che si è ripresa dalle tre sconfitte rimediate contro Piacenza, Lecco e Padova battendo in successione Desio, Bernareggio e Faenza, guadagnando la quarta piazza a pari punti contro Crema. L’ultima sfida in particolare, contro i romagnoli, è stato un match in cui i biancorossi hanno dimostrato il proprio carattere e la propria maturità, sopperendo alle assenze di Corral e Chinellato in maniera oltremodo egregia, portando a casa due punti importanti contro una delle compagini più accreditate del campionato. Adesso però viene il difficile: la Tramarossa è attesa domenica pomeriggio alle 18 dalla Baltur Cento, prima in classifica e ancora imbattuta, per quella che si preannuncia come una delle sfide più difficili di tutta la stagione.

COME STA LA SQUADRA

La Tramarossa Vicenza ha recuperato nell’ultimo match contro Faenza il capitano Umberto Campiello, capace di quindici punti nella sfida contro la Rekico e che ha dato un cruciale contributo sotto le plance nel match contro i romagnoli. Il più vecchio dei due fratelli era stato tenuto a riposo precauzionale a causa di un affaticamento al ginocchio che l’aveva condizionato nei match precedenti.

Il ritorno a disposizione del capitano però non ha liberato del tutto l’infermeria biancorossa: i vicentini hanno dovuto rinunciare a Corral e Chinellato nel match contro Faenza. L’argentino ha ancora i postumi di uno scontro fortuito con Demartini sotto canestro patito nel match contro Desio, mentre Eros si è fermato nel pre-partita contro Faenza per un dolore al ginocchio.

Le loro condizioni stanno venendo valutate giorno per giorno, ma non c’è ancora una diagnosi certa per entrambi. Non è comunque da escludere il loro impiego nel match di domenica contro la Baltur Cento.

I PROSSIMI AVVERSARI: BALTUR CENTO

Ad inizio campionato, secondo i pronostici, i ferraresi erano la squadra da battere e per quanto visto in questo primo terzo di stagione stanno confermando l’opinione iniziale: finora nessuno è stato capace di avere la meglio dei centesi, che hanno marciato a spron battuto battendo avversaria dopo avversaria, ultima in ordine la Virtus Padova. Nove successi in altrettante partite, che valgono alla Baltur il primo posto in classifica davanti alla Bakery Piacenza di soli due punti.

Tanti i punti di forza della formazione di Benedetti: l’attacco è il terzo del campionato con 77 punti segnati ad ogni palla a due (52% da due e 34% da tre), la difesa è la meno battuta con appena 62 punti concessi ad incontro. Cento finora è stata anche la migliore a rimbalzo (40 ad incontro), è seconda negli assist (18 a partita) ed è la squadra che sciupa meno palloni del campionato (meno di 11 ogni 40′).

Per l’occasione, nelle fila dei biancorossi emiliani rientra il capitano Michele Benfatto: fermatosi per una contusione alla schiena, che l’ha tenuto quasi un mese a riposo, il centro emiliano fino a quel momento stava viaggiando a 15 punti e 6 rimbalzi ad allacciata di scarpe, con un devastante 81% da due. A lui vanno poi sommati giocatori di categoria con qualità di livello assoluto: gli esterni tiratori Adrian Chiera (11 punti col 38% da tre) e Sebastian Vico (14 punti e 38% dietro l’arco), l’ala Giorgio Piunti (12 punti e 8 rimbalzi), la guardia Nelson Rizzitello (10 punti a partita) e il playmaker Carlo Cantone, vero regista della squadra (quasi 5 assist a partita) già protagonista della promozione di Orzinuovi lo scorso giugno. Non mancano poi i giovani di qualità: il centro africano Ba, l’esterno tiratore Lorenzo D’Alessandro, la guardia Andrea Graziani ma soprattutto, per i tifosi vicentini, il nome più conosciuto risponde al nome di Marco Pasqualin: il giovane play, che ha vestito la maglia biancorossa nella stagione 2015-16 al primo anno di serie B, si sta dimostrando un cambio più che affidabile per Cantone e con la sua grinta sta dimostrando tutto il proprio valore.

Missione impossibile quindi? Apparentemente sì, ma non esistono squadre imbattibili in questa serie B e Vicenza finora ha dimostrato di potersela giocare con tutti. Sarà davvero necessario per i ragazzi di Silvestrucci giocare al massimo delle proprie possibilità ed esprimere il proprio gioco migliore per provare a rompere l’imbattibilità della Baltur.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: