In primo piano mercato Serie B

Argentina 2 – Myers 0. E arriva Lazar Kekovic

Diego Corral e Ariel Svoboda in due hanno messo insieme un fatturato da 52 di valutazione, quasi la metà del totale a quota 110 di una scintillante Tramarossa (qui cronaca e tabellino). La coppia argentina di Vicenza ha fatto stropicciare gli occhi agli spettatori sugli spalti del palaGoldoni, pochini a dir la verità nonostante gli arrivi sul mercato e la prima vittoria esterna a Reggio Emilia. Ma chi c’era si è goduto una prestazione esaltante non solo dei due gaucho: tutta la squadra si è guadagnata applausi, dal solido Andrea Campiello al buon esordio, impreziosito da una tripla, di Luca Contrino.

Dall’altra parte i giovani di Rimini sono rimasti in partita solo grazie alle giocate di Joel Myers, 20 alla fine per lui, ma lasciato dal coach di Rimini a lungo in panchina nell’ultimo quarto, con Vicenza che ha così potuto dilagare. Una scelta punitiva per un caratterino non facile come il padre? Un altro costretto a sedersi forzatamente è stato il capitano biancorosso Umberto Campiello, a causa di una contrattura alla coscia che lo terrà fuori qualche settimana. Ma la squadra di coach Marco Silvestrucci non si è minimamente scomposta e ha seguito alla lettera, anche in uscita dai time out, i dettami dello staff tecnico guidato dal suo giovane condottiero: transizione veloce e difesa attenta, con alcune giocate spettacolari a rendere speciale la serata.

Vicenza sorride. E sorriderà ancor di più nei prossimi giorni quando sarà perfezionato

quintetto-ideale-delle-Finali-Nazionali-U20-Elite-800x419
Kekovic è il primo a destra

l’arrivo di Lazar Kekovic dalla Vis 2008 Ferrara, classe 1999 e 203 cm di altezza, uno da miglior quintetto nella finale Nazionale Under 20 vinta l’anno scorso e giocata proprio a Vicenza (foto a lato). Il 18enne montenegrino (stessa nazionalità del dg Fip Boscia Tanjevic…) prenderà il posto di Luca Pozza, l’altro giovane lungo arrivato in estate, il quale tornerà a curare i problemi fisici all’anca che l’hanno tenuto fermo gli anni scorsi.

La colonia “straniera” di Vicenza (stasera nel finale è entrato anche il diciassettenne di origini croate Luca Kedzo) cresce sempre di più.

Come le ambizioni di Vicenza.

 

Qui alcune giocate di Kekovic

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: