A1 donne A2 donne Fip In primo piano Minors Serie B

Passi e Sonda, in attesa di Borgo c’è… Boskov

boskov

La nuova regola dei passi che verrà applicata dal 1 ottobre di quest’anno in tutte le competizioni Fiba (qui il documento ufficiale), tra cui ovviamente l’Italia, ha acceso il dibattito tra appassionati e addetti ai lavori, con una moltitudine di reazioni pro o contro le nuove disposizioni assimilate alla Nba.

La nuova direttiva dice che: “Quando un giocatore si sta muovendo e ha un piede per terra, ricevendo il pallone o concludendo un palleggio, il piede o piedi a toccare terra successivamente è il “passo 1”, e diventerà il piede perno”.

Tutto chiaro? A noi no. E allora ci affidiamo alla sintetica e chiara spiegazione del coach bassanese Massimo Sonda, e alla sua ventennale esperienza sui parquet delle minors, ora a Riese dove ha centrato due promozioni di fila:

Non facciamola più grossa di quello che è – spiega Sonda – il fondamentale non cambia. Certo, l’attacco ha un teorico vantaggio infinitesimale in più, ma questa è una regola sulla ricezione in movimento. Al momento della presa il piede a terra non viene più calcolato come primo passo, per il resto non cambia niente”.

La novità maggiore – continua – è che viene reintrodotta la vecchia, cara, virata da Eurolega…”.

Avevamo chiesto una spiegazione anche a Christian Borgo, arbitro di Dueville che dopo averlo visto nella bolgia del derby di Bologna quest’anno, dal prossimo lo ammireremo fischiare sui campi della serie A. Sarà l’unico arbitro del Veneto, che torna ad averne uno a distanza di qualche anno. Un parere più che autorevole, insomma, sulla nuova regola dei passi.

Ma il fischietto vicentino ha declinato l’invito spiegando che non può rilasciare interviste prima dell’inizio del raduno, che sarà a fine settembre. LaBaskettara.com si ripropone di raccoglierla, ma è un vero peccato non potere avere una spiegazione diretta dagli arbitri sull’applicazione della nuova regola, nel momento in cui impazzano sui social e nelle discussioni, opinioni e diatribe dopo l’annuncio della Fiba.

La conclusione, allora, la lasciamo a Sonda: “Tanto poi tutto dipenderà dalle direttive che daranno agli arbitri. E quindi, ora come prima, come direbbe Vujadin Boskov (foto): passi è quando arbitro fischia!”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: