Fip In primo piano

Gallo violento, da censura. Per i bambini

gallo marano

Dottor Jekill e Mr. Hide? Poche settimane fa Danilo Gallinari ha trascorso un week end nel vicentino con l’occasione della sua presenza come ospite d’onore al torneo 3 contro 3 Step Back di Marano nel quale sono stati coinvolti centinaia di ragazzi e ragazzine dei centri minibasket e delle giovanili. Il Gallo ha giocato con loro al playground (foto) e poi è stato come al solito disponibile a firmare autografi e fare foto.

Gallinari che anche durante il ritiro di Folgaria con la Nazionale è stato preso d’assalto dai tifosi vicentini e da tutta Italia; ma nell’ultima amichevole si è reso protagonista di un deprecabile e inspiegabile gesto violento: un pugno in faccia all’avversario in reazione a un gomito sul collo. Un episodio che ricorda la scazzottata di Stefano Mancinelli in un’amichevole estiva contro il Canada sempre con la Nazionale e che ha segnato l’inizio del suo declino in azzurro.Cattura

Per il Gallo è arrivata anche la beffa della frattura alla mano che lo metterà fuori dall’Europeo e sui social è esploso il dibattito tra favorevoli e contrari a quanto fatto dal campione azzurro, che si è subito scusato con “i compagni e tutti”, capendo di aver sbagliato (a lato l’articolo nella sezione GazzaBasket).

Coach Ettore Messina, protagonista invece a Folgaria di un bell’ esempio per un bambino, ha definito quello del suo giocatore “un errore molto grave perché il concetto di farsi giustizia da soli non è in nessun modo condivisibile, soprattutto quando si hanno grosse responsabilità nei confronti degli altri”.

Quegli altri tra cui tanti giovani che vedono nella ventinovenne star Nba dei Los Angeles Clippers un modello da seguire. E lo vogliono vedere reagire con una schiacciata in faccia all’avversario, non su un ring da pugile.

A quello ci penserà magari a fine carriera.

Ovviamente nei Pesi Gallo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: