A1 donne In primo piano

L’anno nero di Chicca Macchi che pensa al ritiro

FB_IMG_1498126773531

L’ultima stagione, la decima a Schio, è stata nera. Per la serie di infortuni, l’uscita prematura ancora una volta dall’Eurolega e soprattutto l’inattesa sconfitta in finale scudetto.
Aggiungiamoci l’esonero del suo compagno, l’ex allenatore della Tramarossa Vicenza Sandro Orlando, e il quadro è completo.
Una stagione che però è diventata nerissima dopo il gomito “americano” che le è piombato sulla faccia e le ha fratturato la mandibola durante la partita contro la Turchia agli Europei la settimana scorsa.
Rientro immediato in Italia e operazione d’urgenza.
Poi la voglia di tornare appena possibile in Repubblica Ceca per stare vicina alle compagne, ma è arrivata subito un’altra delusione con l’uscita ai quarti contro un Belgio troppo forte per le azzurre. Nemmeno la presenza in campo della talentuosa ed esperta ala varesina probabilmente avrebbe regalato la semifinale alle azzurre che ora puntano a guadagnarsi un posto ai prossimi mondiali.
Mondiali che probabilmente la 38enne Macchi si guarderà dal divano in televisione.
Sì perchè nella sua testa cominciano a balenare i primi pensieri di ritiro, la fine di una carriera ventennale durante la quale si è cucita sulle maglie sette scudetti tra Como e Schio e impreziosita da un paio di stagioni a Los Angeles con le Sparks.
Le prossime settimane saranno tempo di riflessione, per una decisione che rappresenta una scelta mai semplice per qualsiasi atleta.
Il Famila dovrebbe tornare sul mercato (qui le ultime news) per riempire il vuoto lasciato da una leader fuori e dentro il campo.
Ma solo Chicca può capire quando è arrivato il momento giusto di fermarsi.
La scelta, però, sembra sempre più vicina.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: