A1 donne In primo piano

Sottana col timpano perforato e Harmon con la spalla ko, parole di fuoco di De Angelis contro i fischietti: “superato il limite e derisi, arbitro arrogante che ha offeso lo staff”

La emozionante sfida tra Schio e Bologna a quattro giorni di distanza fa ancora discutere dopo le dichiarazioni di fuoco del dg Paolo De Angelis (nella foto mentre parla con Marcello Crosara della Fip) contro gli arbitri, in seguito al trauma alla spalla di Harmon e alla perforazione al timpano di Sottana, che addirittura rischia di sottoporsi ad un intervento chirurgico. Infortuni comunicati dalla società che pregiudicano per entrambe le giocatrici, tra le migliori in campo domenica, la partecipazione al derby di sabato alle 19.30 Venezia contro la Reyer. Il secondo big match delicato per Schio, che domenica scorsa è riuscita a spuntarla dopo aver rischiato a lungo la sconfitta, in una partita dove nessun fallo tecnico è stato sanzionato dagli arbitri, nonostante le vigorose proteste soprattutto della panchina arancione, sulla quale era seduto anche De Angelis come dirigente.

“E’ una situazione assurda e anche un po’ paradossale – afferma il dg Famila – due infortuni nella stessa partita e avvenuti nella medesima situazione, ovvero due blocchi di Bishop palesemente irregolari, abbiamo rivisto al replay numerose volte entrambe le azioni e non è possibile non fischiare fallo in attacco”.

“Non abbiamo nulla contro la giocatrice di Bologna – prosegue – parliamo di pochi centimetri e siamo assolutamente convinti della sua sportività e lealtà, però gli arbitri devono dare qualcosa in più. Domenica siamo stati anche derisi quando abbiamo reclamato il fallo, ora ci ritroviamo con le due giocatrici che domenica hanno segnato 46 punti le quali probabilmente non giocheranno”.

“Non è mio costume parlare degli arbitri – aggiunge – sfido chiunque a trovare un’intervista in cui biasimo il loro comportamento, ma questa volta hanno superato il limite. Non hanno pensato minimamente a tutelare l’integrità fisica delle giocatrici anzi, con arroganza, almeno uno di loro, ha utilizzato il proprio ruolo addirittura per offendere lo staff”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: