Fip In primo piano Minors

Emergenza covid, stop per le minors del basket: a meno che non si allenino all’aperto… Meglio che il “virus” del divano

A seguito delle nuove misure restrittive del governo per l’emergenza covid anche le società della Federazione Italiana Pallacanestro dalla serie C alle giovanili hanno dovuto sospendere l’attività sportiva. Il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato una serie di risposte alle richieste di chiarimenti specificando che “le attività motorie e di sport di base possono essere svolte presso centri sportivi e circoli all’aperto, fermo restando il rispetto del distanziamento sociale e senza alcun assembramento. Pertanto, sarà possibile solo svolgere allenamenti e attività sportiva di base a livello individuale, previsti dal decreto del ministro dello sport del 14 ottobre 2020 che individua gli sport da contatto. Gli allenamenti per sport di squadra, parimenti, potranno svolgersi in forma individuale, previo rispetto del distanziamento”.

Ma poi viene precisato: “non è quindi possibile fare partite di allenamento o altre attività che prevedono o possono dar luogo a contatto interpersonale ravvicinato, ma è possibile l’allenamento individuale come attività motoria. Le attività organizzate da ASD/SSD in orario extrascolastico nelle palestre scolastiche sono assimilate invece a quelle realizzate in qualunque altra palestra e rientrano, pertanto, nella disposizione di sospensione di cui alla lettera f del comma 9 art.1 dpcm 24 ottobre 2020“.

Quindi per le minors del basket potrebbero essere svolti allenamenti individuali all’aperto: meglio che farsi contagiare dal “virus” di divano, tv e cellulare…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: