Serie B

Oldoini in tribuna, Pedrazzani out: Vicenza prova ad espugnare Pavia

La Tramarossa Vicenza – declama una nota della società – si appresta ad iniziare il girone di ritorno sul difficile parquet di Pavia (alle 18 di domenica ndr), dove i biancorossi saranno chiamati a cercare il successo contro l’ostica formazione biancoblu.

Per continuare a sperare nel sogno play off, Vicenza dovrà cercare di fare punti contro tutte le avversarie e la sfida di Pavia, per quanto l’Omnia sia una delle squadre più in forma del campionato, non fa eccezione.

La Tramarossa è in attesa di sostanziali novità: lunedì arriverà la comunicazione ufficiale del nuovo allenatore, Massimiliano Oldoini, per il quale manca solo la firma del contratto. Domenica la squadra sarà ancora guidata da Bortoli, mentre il nuovo capo allenatore siederà in tribuna, studiando i suoi prossimi giocatori da allenare.

Tra questi non figurerà Luca Pedrazzani: il lungo ha subito un infortunio nel match contro Cremona, un problema al menisco per il quale verranno fatti a breve degli esami strumentali per verificare l’entità dell’infortunio. Lunedì dovrebbe comunque arrivare la firmadi Simone Aromando, da Vigevano, per rimpinguare il roster biancorosso.

Gli avversari

Pavia è una squadra competitiva che dopo un inizio tribolato ha iniziato a ingranare le marce alte nella seconda metà del girone d’andata, con un filotto di sei vittorie consecutive che hanno proiettato l’Omnia nelle primissime posizioni di classifica. I due stop successivi (arrivati contro Vigevano e Padova) fanno arrivare Pavia al match contro la Tramarossa con l’obbligo di vincere per rialzare la classifica.

Pavia è una squadra che predilige i ritmi bassi (sicché la media punti è meno di 70 a partita), ma che viaggia con buone percentuali, soprattutto al tiro da tre, ed è la miglior compagine dalla linea della carità. Vicenza dovrà farsi valere a rimbalzo, categoria in cui l’Omnia potrebbe essere vulnerabile (anche se proprio per venire meno a questa mancanza dalla scorsa partita è stato aggiunto al roster il lungo ex Eurobasket Roma Michael Sacchettini), e dovrà essere ordinata in attacco, per bucare una retroguardia delle più ostiche del girone (appena 66 incassati ad incontro).

Pericolo pubblico numero uno la guardia Mattia Venucci: 17 punti di media a partita con il 47% al tiro da tre. Attenzione anche al nutrito reparto lunghi (comprendente di Spatti, Dessì e Gloria, oltre che del già citato Sacchettini) e alla qualità di singoli di categoria come Tourè, Liberati e Benedusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: