A2 donne

Derby a Verona, Santarelli: “stiamo connesse”

Una sconfitta in avvio – a Costa Masnaga – poi due affermazioni a spese di Selargius e Bolzano – la prima tra le mura amiche, la seconda in terra altoatesina – anche se meno convincenti di quanto affermino i punteggi ottenuti: nulla di strano, perché l’Ecodent Alpo Villafranca è cambiata non poco rispetto alla passata stagione, grazie all’inserimento di nuove giocatrici che, se oggi abbisognano di tempo per acquisire un linguaggio tecnico comune, domani sapranno divenire un’addizionale importante tanto nell’equilibrio del gioco quanto nelle aspettative del club scaligero. Da Veronica Dell’Olio ed Elisa Mancinelli, ala-centro e guardia in uscita da Umbertide con prezioso bagaglio di A1, passando per Elena Ramò, esterna tiratrice dapprima a Battipaglia – nel massimo campionato – e poi a Ferrara in A2, sino a giungere ad Arianna Zampieri, ala veneziana che, nelle ultime due stagioni, ha dapprima conquistato e poi difeso la categoria superiore con i colori di Broni, la lista delle facce nuove a disposizione di coach Nicola Soave risulta quanto mai ampia e qualificata. E assolutamente determinata, assieme alla “vecchia guardia” – Vespignani, Viviani, Toffali, tanto per citarne alcune – ad interrompere il percorso netto che VelcoFin ha compiuto nelle prime tre giornate di campionato.

Insomma, quella che andrà in scena nella nuova e accogliente struttura di Villafranca sarà una sfida ad alti contenuti, ricca di motivazioni nel confronto tra vicine di casa e impreziosita da accorgimenti tattici e duelli individuali: con la ciliegina sulla torta dell’emozione che inevitabilmente tocca chi si appresta a far visita ad una franchigia assieme alla quale, in un passato non lontano, ha vissuto momenti importanti.

“E’ sempre molto bello e difficile tornare dove hai già giocato – racconta Francesca Santarelli – però è anche davvero piacevole e stimolante. Rispetto al periodo che ho trascorso nel veronese, la squadra è diversa e molto competitiva, dato che sono arrivate nuove protagoniste, che hanno già giocato e possono benissimo tornare nella categoria superiore. Cito per tutte Elena Ramò, assieme alla quale ho vissuto l’anno scorso l’avventura di Ferrara e, da piccole, la crescita a Cervia: dovremo stare molto attente, purtroppo – e per fortuna – la conosco e so quanto possa essere pericolosa, sportivamente parlando. La partita? Saranno quaranta minuti di grande intensità e aggressività – analizza il play biancorosso – cercheremo di limitare il potenziale offensivo dell’Ecodent difendendo forte, come sin qui abbiamo fatto, con l’obbiettivo di tenere basso il punteggio. Sull’altro lato del campo vogliamo creare vantaggi attaccando le loro giocatrici più importanti. I cali di.. tensione Ecodent? Li abbiamo avuti anche noi e dovremo assolutamente evitarli. Ogni tanto spegniamo la luce, rischiando di gettare via quanto abbiamo costruito, l’obbiettivo è rimanere sempre connesse senza farci condizionare da quanto ci passa per la testa. Stiamo allenando anche la concentrazione, della quale difettiamo soprattutto quando rientriamo in campo dal riposo lungo e, come è accaduto, magari con un vantaggio consistente. In casa Alpo certamente non saremo in questa condizione, quindi obbligatorio stare con la testa nella partita”. Magari confidando nel “fattore” Brcaninovic, che ha abbondantemente inserito la doppia cifra nel suo score tanto ai danni di Pordenone, quanto a Milano e nel derby con S. Martino.

“Speriamo si conservi e continui così – se la ride Santarelli – ma sono certa che, d’ora in poi, incontreremo squadre che sapranno marcarla e metterla in difficoltà, creando sofferenza a tutte noi. Sarà importante essere preparate, non farci cogliere alla sprovvista: e stiamo lavorando anche su questo aspetto, ovvero sul contributo ‘numerico’ di ogni giocatrice. Se Melisa sarà difesa bene, faticherà a ricevere e a trovare il canestro o cadrà nella trappola dei falli, sarà compito nostro percorrere altre strade per mettere in difficoltà la difesa avversaria. Intanto pensiamo alle villafranchesi: siamo molto cariche e vogliamo assolutamente fare bene”.

Si gioca domani (Sabato 21), con inizio alle 20.30, Palazzetto Comunale in via della Speranza a Villafranca: dirigeranno l’incontro Francesco Di Luzio (Cernusco sul Naviglio) e Jacopo Spinelli (Cantù).

(da As Vicenza)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: