A2 donne In primo piano

I quattro (magna) gatti del pubblico per la As Vicenza

Jpeg

Non sono bastati l’esordio stagionale di una squadra rinnovata e ambiziosa, dopo gli investimenti estivi sul mercato; la conferma in panchina dopo il ritorno a Vicenza di Aldo Corno; il ritorno delle partite alla domenica pomeriggio; la scomparsa del volley donne di serie A; le due vittorie nei primi due incontri; i prezzi dei biglietti rimasti abbordabili a 5 euro; la manica larga negli ingressi al palasport. Non è bastato tutto questo per vedere un po’ di più pubblico sugli spalti del mitico palaGoldoni per assistere alle donne che la mettono nel buco. Quel canestro rimasto alla stessa altezza degli uomini, con quella palla più piccola e leggera introdotta da un movimento cestistico femminile che, tranne rari casi, non riesce più a risollevarsi più come un tempo.
Oggi contro Palermo (nella foto durante il terzo periodo) erano proprio quattro gatti sugli spalti ad assistere alla prima partita della VelcoFin; tutti “magnagatti” dato che dalla Sicilia la trasferta per i tifosi ospiti era un tantino complicata.
Dopo quattro stagioni in A2 gli spettatatori sono calati sempre di più in proporzione alle ambizioni crescenti della squadra. Un unicum nel mondo probabilmente. Che si può spiegare però con l’assenza di una qualsiasi minima campagna marketing e un mancato coinvolgimento della città, in una terra dove tradizione e storia del basket donne non mancano. Ma che, nel 50esimo della vittoria della prima Coppa dei Campioni, a Vicenza sono state completamente dimenticate e affossate.

0 commenti su “I quattro (magna) gatti del pubblico per la As Vicenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: