A1 donne In primo piano

Ahi Famila che… Dolson: quante star Wnba tornate negli Usa. Schio prende a tempo di record una canadese/tedesca. Quanto rimarrà?

Stefanie Dolson non ha superato le visite mediche per un infortunio al tendine della caviglia e ha rescisso il contratto con Famila Schio. La doccia gelata arrivata nei giorni scorsi dopo lo sbarco in Italia della giocatrice Wnba è stato un “buco nell’acqua” non indifferente che aveva messo in difficoltà la società scledense in vista dell’entrata nel vivo della stagione.

Il vuoto sotto canestro lasciato da Dolson è stato però colmato a tempo di record da Schio col dg Paolo De Angelis che si è lanciato alla ricerca di una lunga di alto livello che potesse sostituirla. In maglia arancione giocherà, salvo nuovi intoppi dell’ultimo minuto anche legati al covid dopo il suo arrivo in Italia atteso per venerdi 23 ottobre, la 28enne canadese con passaporto tedesco Natalie Achonwa che nella scorsa stagione ha vestito la casacca di Bourges e delle Indiana Fever in Wnba.

“Sono stati sette giorni molto intensi – ha spiegato De Angelis  – siamo passati dal risolvere consensualmente l’accordo con Stefanie alla ricerca quasi spasmodica di una possibile alternativa. Natalie ci è sembrata la persona giusta tecnicamente, capace e con la giusta esperienza per affrontare il doppio impegno campionato – Eurolega. Coach Vincent ha da subito avallato la scelta e ha contattato immediatamente la ragazza per convincerla a venire a Schio”.

Difficilmente Achonwa scenderà in campo sabato nella trasferta di Broni, mentre non ci sono novità sull’altra americana che doveva esordire domenica scorsa: Natasha Cloud, come ha fatto notare Martino Parise sul GdV, è stata iscritta a referto ma è rimasta in tuta e apparentemente zoppicante.

La separazione da Dolson arriva dopo quella dello scorso gennaio con un’altra stella Wnba, la statunitense Diamond DeShields o la ancor più famosa Chiney Ogwumike, arrivata al Famila nella stagione 2014 come prima scelta assoluta dall’Università di Stanford (sotto la sua chiamata) e rookie dell’anno nella Wnba. Ma anche Ogwumike ha lasciato Schio facendo rientro a stagione in corso negli Usa per infortunio.

“In Europa si guadagna fino a 10 volte più che nella WNBA”, dichiarò ricordando l’esperienza italiana.

Ma oltre ai soldi per vincere quella benedetta Eurolega a Schio servirebbe una maggiore continuità con le sue straniere.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: