In primo piano Serie B

Soffre, domina e crolla: una Vicenza altalenante pareggia nel test contro la corazzata Cividale

La Tramarossa gioca la sua quarta amichevole stagionale, la più impegnativa fin’ora, come ultimo test per arrivare pronti alla Supercoppa, la cui prima partita verrà disputata domenica prossima. Al PalaVicenza arriva la Gesteco Cividale, squadra al suo primo anno in Serie B dopo aver acquisito i diritti dalla Gessi Valsesia Borgosesia, vecchia conoscenza che eliminò i biancorossi ai playoff 2018.

La società degli Eagles ha assemblato una squadra molto competitiva, prelevando molti giocatori dalla Serie A2, e punta ad un campionato di alto livello e ad essere una delle potenze del girone guidata da un allenatore come Pillastrini dalla lunga esperienza in A. Il roster è composto da giocatori di stazza notevole, ma la vera arma della squadra è il tiro da oltre l’arco, molto efficace ma talvolta abusato.

Vicenza parte con il quintetto base leggermente modificato, con Chiti che viene scelto per giocare dalla palla a due, mentre Cernivani parte dalla panchina. L’inizio della Tramarossa è da mani nei capelli: i biancorossi rimangono a 0 punti per molti minuti e Cividale mette a segno un impensabile parziale di 0-16 in 2’30”, segnando 4 triple su 5 tentativi. La Tramarossa si sblocca a metà quarto con Corral, ma gli Eagles continuano a macinare conclusioni dalla lunga distanza e toccano un massimo vantaggio sul +18. I berici costruiscono un mini-break di 10-2 propiziato dall’entrata in campo di Cernivani, subito caldo nelle conclusioni, che permette a Vicenza di andare al primo riposo sotto di sole 8 lunghezze.

Nel secondo quarto il quintetto schierato da coach Ciocca soffre parecchio la fisicità degli ospiti e i biancorossi rimangono incollati alla partita grazie ai canestri di Piccoli e Petracca. Il parziale della frazione rimane in equilibrio per molti minuti, poi l’inerzia del match si sposta verso i berici, che costruiscono un break a proprio favore, coronato da Corral che con due appoggi consecutivi rimette in parità l’incontro a un minuto dalla fine del periodo. Nell’azione successiva viene armata la mano di Chiti, che dalla lunga distanza è una sentenza e permette alla Tramarossa di arrivare all’intervallo sopra di 3 punti.

Nel terzo quarto Cividale parte con un break di 0-6 con due triple, ma poi arresta la sua marcia e lascia la sfida nelle mani di Vicenza, che risponde con un contro-parziale di 12-3 di cui Petracca è protagonista con 6 punti a segno. Gli ospiti abbozzano una reazione ma la buona difesa impedisce loro di arrivare a facili conclusioni e non permette a Cividale di segnare per oltre 5 minuti. Corral inizia a giganteggiare e, aiutato da un Hidalgo autore di alcune penetrazioni spettacolari, porta la Tramarossa a +15, massimo vantaggio biancorosso nella partita.

Nell’ultima frazione le energie spese per la rimonta iniziano a farsi sentire e la difesa berica risulta meno lucida di quel che dovrebbe. Tuttavia gli ospiti non riescono a trovare la via del canestro con continuità e il parziale del quarto rimane in equilibrio. A circa 4 minuti dalla fine della partita, però, Vicenza ha uno spaventoso blackout offensivo mentre Cividale ritrova efficacia al tiro da tre punti, che tanto aveva fatto male nel primo periodo, e costruisce una pazzesca rimonta nel poco tempo rimasto sul cronometro. A 40 secondi dalla fine gli Eagles trovano la bomba dall’angolo per il pareggio e nell’ultima azione offensiva della Tramarossa la responsabilità del tiro viene presa da Bastone. La sua tripla a pochi secondi dalla fine viene spuntata dal ferro e l’amichevole termina quindi in assoluta parità.

In questo bizzarro incontro Vicenza soffre moltissimo l’estrema precisione degli avversari, poi rimonta e domina per due quarti in cui il basket giocato è stato davvero di alto livello, salvo poi crollare completamente e subire a sua volta una rimonta nel finale. Considerando che si tratta di un’amichevole e tra l’altro con una squadra di alto livello, le premesse per l’inizio della Supercoppa sono buone, anche se in futuro non ci si potrà permettere di abbassare la guardia.

Tramarossa Vicenza 76 – 76 Gesteco Cividale 16-24; 25-14 (41-38); 23-12 (64-50); 12-26

Vicenza: Bastone 7 (1/8, 0/6), Chiti 7 (2/7, 1/4), Corral 16 (7/16, 2/4), Zampogna 7 (2/5, 1/3), Hidalgo 10 (3/5); Cernivani 11 (3/9, 1/4), Petracca 14 (5/8, 0/2), Piccoli 4 (2/4); Contrino, Owens e Sequani NE. All. Ciocca

Cividale: Miani (0/7, 0/3), Chiera 19 (6/14, 5/13), Rota 17 (6/9, 5/7), Vigori 11 (5/8, 1/1), Fattori 8 (2/10, 1/3); Ohenhen 9 (4/5), Cassese 5 (2/5, 1/3), Battistini 4 (1/4), Micalich (0/1), Truccolo 3 (1/3, 1/2). All. Pillastrini

Totali: 25/62 dal campo, 5/19 da tre, 21/24 ai liberi. Rimbalzi 34 (Piccoli 7): 25 dif. + 9 off. Assist 15 (Hidalgo 5), palle rubate 8 (Corral 4), stoppate 4 (Piccoli 2), palle perse 6 (Bastone 3). 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: