In primo piano Minors

Coronavirus, a Bologna smontano i canestri! A Vicenza sopralluogo del sindaco: “non siete in vacanza!”

La sindaca di San Lazzaro, piccolo comune alle porte di Bologna, dopo aver visto l’ingente quantità di ragazzi che, nonostante il divieto, giocavani in gruppo a basket e calcetto nei pressi dei parchi creando degli assembramenti, è stata costretta a smontare i canestri di sette campetti.

Sono poi seguiti numeri post su Facebook a commentare il fatto, a partire da Isabella Conti che lancia un appello sentimentale ai ragazzi, chiedendo di non trovarsi più per sconfiggere l’epidemia e tornare con il pallone a spicchi tra le mani il più presto possibile.

“Ma cosa sarà mai qualche tiro a canestro?”. È un atteggiamento sbagliato a prescindere, in momenti come questo bisogna evitare ogni tipo di contatto per limitare i contagi del virus, e anche le piccole cose sono fondamentali per il benessere di tutti.

A ribadire questo concetto è anche il sindaco di Vicenza Francesco Rucco, il quale con un perentorio “stop al campetto, non siete in vacanza!” seguito da un sopralluogo pomeridiano per la città, cerca di far trasparire tutta la responsabilità che devono avere anche i ragazzi in questo momento (nella foto l’inaugurazione del campetto a San Francesco).

So quanto sia difficile digiunare di basket, soprattutto per chi come me lo mastica da quando è piccolo e non riesce a farne a meno: niente allenamenti, niente partite in TV e niente sessioni di tiro al campetto.

Tutti noi non vediamo l’ora di giocare, ma questo non è il momento giusto. È il momento di affrontare quest’epidemia.

Per tornare al più presto sul parquet, con l’unico modo che abbiamo:

Stare a casa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: