A2 donne In primo piano

Le 10 foto delle imbarazzanti ragazze VelcoFin nel derby con un Alpo ad alta quota

Ecco le dieci immagini della partita al palaGoldoni tra una imbarazzante prestazione delle ragazze di coach Rebellato e un Alpo che veleggia ad alta quota in classifica ed entusiasmo (sotto la loro cronaca, Vicenza non ha commentato).

Sale a 7 vittorie consecutive la striscia dell’Ecodent Point Mep Alpo che vince in trasferta il derby disputato sul campo della Velcofin InterLocks Vicenza (33-55). Senza Dell’Olio, coach Soave manda a tabellino 9 giocatrici, con la sola Policari che chiude in doppia cifra; per Vicenza arriva la sedicesima sconfitta consecutiva e i 33 punti segnati la dicono lunga sulle difficoltà attuali delle beriche.
Primo quarto da dimenticare per l’Alpo Basket che mette a segno 6 punti in tutta la frazione, sbagliando tutto (o quasi) lo sbagliabile: Vicenza non fa tanto meglio e rimane sotto nel punteggio sino al 5-6. Nell’ultimo minuto i punti di Olajide e Meroni capovolgono il risultato e al primo intervallo il tabellone segna un mesto 9-6. Nel secondo periodo è la Velcofin a non vedere mai il canestro (4 punti messi a segno nell’intero quarto), consentendo alle ospiti di entrare definitivamente in partita. Granzotto opera il sorpasso (9-10) e dà il via al parziale che dirà 2-14 e che cambia l’inerzia del match (11-20). Il cesto di Olajide e i liberi di Policari chiudono il secondo quarto (13-22) con il punteggio che rimane molto basso.
Nel terzo quarto arriva subito la doppia cifra di vantaggio veronese (Vespignani per il 13-24), con il parziale iniziale che dice 0-7 (13-29). Vicenza non riesce più a ricucire il ritardo, anche perché non riesce mai a far canestro (21 punti segnati in 30 minuti di gioco) e per le biancoblù non è difficile issarsi sul +20 (21-41 all’ultimo mini-intervallo). Poco da dire sulla frazione conclusiva, se non segnalare il 3/3 da tre per De Marchi e il canestro di Bertoldi che fissa il massimo vantaggio della serata (21-46), ribadito poco più tardi dal paniere di Mosetti (23-48). Per Vicenza piove sul bagnato (antisportivo di Olajide) anche se Peric riesce a riportare la sua squadra sotto il “ventello” di svantaggio (31-50). L’appoggio di Dzinic fa partire i titoli di coda su questo derby (33-55) e per l’Alpo l’attenzione si sposta già sulla sfida con le “cugine” di Mantova di sabato prossimo al PalaVillafranca.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: