mercato Minors

Andrea Trevisan lascia Dueville, nuovo acquisto del Playbasket: “entusiasmo coinvolgente”

Playbasket è orgogliosa di annunciare – è scritto in un comunicato – l’accordo stipulato per l’annata sportiva 2019/2020 con Andrea Trevisan, play/guardia del 1989 proveniente dalla Sportschool Dueville.

Trevisan è a tutti gli effetti un grande colpo di mercato per la categoria. Nato come play, nel corso degli anni ha saputo costruirsi una dimensione anche nel ruolo di guardia, affermandosi come una delle combo-guard più efficaci del campionato. Sa gestire il gioco e passare la palla per mettere in ritmo i compagni, ma allo stesso tempo sa costruirsi ottime soluzioni di tiro soprattutto in transizione, leggendo il gioco. A testimonianza di questo è stato il top scorer di Dueville con 15,4 punti a partita, registrando il suo season high proprio contro la nostra squadra mettendo a referto 30 punti.

“Sono molto felice della scelta estiva e allo stesso tempo curioso. Dopo tanti anni giocati a Dueville era ora per me di trovare nuovi stimoli per continuare a crescere come giocatore. Playbasket sicuramente è una società che è cresciuta molto negli ultimi anni e le persone che ne fanno parte sono dei veri appassionati. C’è un progetto che mi intriga molto e un entusiasmo coinvolgente! Credo che le stagioni positive nascano prima ancora che dai giocatori, dalle persone che fanno parte della squadra. Quindi mi aspetto di trovare un bel gruppo con cui divertirmi e togliermi qualche bella soddisfazione!”

Oltre a Trevisan, Playbasket comunica la conferma di Thomas Fongaro come under del roster a disposizione di coach Maurizio Benetollo per la stagione 2019/2020.

Per il giovane classe 2001 una conferma quasi automatica visto il buon rendimento dimostrato sul campo nel corso della stagione , con una media di 2,7 punti in 15 minuti di utilizzo. Ragazzo “Made in Playbasket” sin dal mini, Thomas rappresenta ogni giovane Playbasket che, con costanza di allenamento e giusta mentalità può ambire a scalare le categorie giovanili e ritagliarsi poi uno spazio sempre maggiore in prima squadra.

Sicuramente un esempio che speriamo in molti seguano in futuro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: