In primo piano Serie B

Primo (storico) successo nei playoff. Ecco le pagelle, con un peggiore…

È arrivato il primo storico successo nei playoff di serie B per la rinata Pallacanestro Vicenza 2012. Una vittoria convincente (sotto il tabellino), sebbene arrivata contro un’avversaria non irresistibile nella serata vicentina (5/34 da tre, 15%…). Ecco le pagelle baskettare.

Mvp: Andrea Campiello, 8. Chirurgico al tiro (sua anche la tripla che chiude il discorso) e prezioso in difesa. Unica pecca i pochi rimbalzi (tallone d’Achille della serata Tramarossa), ma arrivato ai trent’anni è diventato un giocatore che in serie B fa la differenza. E se lo merita.

Demartini, 7. Verve e cuore in campo, impreziositi da 7 assist (uno no look da spellarsi le mani). Una sicurezza.

Svoboda, 6,5. In diverse occasioni il suo protagonismo lo porta fuori giri, ma i tiri e le giocate pesanti passano sempre per le sue mani.

U. Campiello, 6. Il capitano mette un piazzato dei suoi e porta un po’ di sostanza sotto canestro.

Corral, 7,5. Domina la prima parte di gara, poi cala ma trova una tripla che dà ossigeno alla squadra.

Chinellato, 5. Quattro rimbalzi arpionati nei pochi minuti in campo senza lasciare particolare traccia.

Montanari, 7,5. Gioca quasi tutta la gara, e nel finale la lingua è penzoloni. Ma la sua è una partita da trascinatore, con una tripla che zittisce la rimonta ospite. Anche 6 recuperi.

Contrino, 5. Entra a sorpresa già nel primo quarto, ma non si fa trovare pronto. Avrà tempo per rifarsi. Esordio nei playoff bagnato da due liberi nei secondi finali.

Kekovic, 5,5. Una decina di minuti sul parquet e una bella penetrazione di forza. Ma poco altro. Dopo il “doppio-gioco” affibbiatogli dal giornale, il giovane talento montenegrino ha avuto un calo notevole.

Coach Silvestrucci, 8. Ha creato una squadra sicura di sé e con un gioco spumeggiante. Se qualcuno aveva ancora dubbi sulle sue capacità, le ha spazzate via. Merita il titolo di miglior coach del girone.

Il peggiore: la città di Vicenza. Una squadra come quella di quest’anno meriterebbe il (piccolo) palasport berico pieno. Ok, c’è di mezzo una società che non riesce a coinvolgere a pieno tutte le altre realtà cestistiche cittadine, nuovo pubblico e i media. Ma con il Lane allo sbando e le agevolazioni sui prezzi, per la prima playoff era lecito aspettarsi un po’ più di spettatori. Invece erano più o meno gli stessi del campionato, o come alla prima dei playout con i cagliaritani di un anno fa… In compenso si è visto sugli spalti qualche “vip”, tra i quali il candidato sindaco Otello Dalla Rosa e il play di Imola Giovanni Gasparin.

Il tabellino.

Tramarossa Vicenza – Gessi Valsesia Borgosesia 71-60 (25-14, 16-16, 11-16, 19-14)

Tramarossa Vicenza: Andrea Campiello 21 (5/8, 3/4), Diego Corral 15 (4/11, 2/5), Pietro Montanari 11 (1/2, 3/8), Daniele Demartini 10 (4/6, 0/1), Ariel Svoboda 8 (1/7, 2/7), Lazar Kekovic 2 (1/1, 0/2), Umberto Campiello 2 (1/2, 0/2), Luca Contrino 2 (0/1, 0/0), Eros Chinellato 0 (0/2, 0/0), Piergiacomo Rigon 0 (0/0, 0/0), Alberto Elio 0 (0/0, 0/0), Matteo Mezzalira 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 9 – Rimbalzi: 33 8 + 25 (Diego Corral 9) – Assist: 23 (Daniele Demartini 7)

Gessi Valsesia Borgosesia: Mirko Gloria 27 (11/16, 0/0), Nicolò Gatti 15 (4/7, 2/10), Mattia Magrini 9 (0/1, 3/12), Guglielmo Sodero 7 (3/13, 0/4), Kamaldine Ouro-bagna 2 (1/1, 0/0), Renato Quartuccio 0 (0/1, 0/8), Simone Di diomede 0 (0/0, 0/0), Dario Farabegoli 0 (0/0, 0/0), Alessandro Vercelli 0 (0/0, 0/0), Carlo Robino 0 (0/0, 0/0), Cristian Bertotti 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 9 – Rimbalzi: 44 16 + 28 (Nicolò Gatti 14) – Assist: 11 (Mattia Magrini 5)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: