In primo piano

Festa dello Sport, l’auto-celebrazione di Nicolai. E del GdV, con l’addetto stampa…

Caos e lunga fila per registrarsi e assegnare il settore attribuito, tra una decina di addette sala. Poi teatro mezzo vuoto e alcune proteste per il mancato premio ricevuto. Come è stato possibile? Chiedere all’assessorato alla formazione-ufficio sport, organizzatore dell’evento “Vicenza per lo Sport 2018” andato in scena venerdì sera al Teatro Astra, durante il quale sono stati premiati gli atleti che si sono distinti nel 2017-2018 e le società coinvolte nell’organizzazione dei progetti per la promozione dello sport curati dall’amministrazione, tra cui il tanto esaltato “Vicenza Città Europea dello Sport 2017” (discutibile progetto comunale di cui vi abbiamo già raccontato). Un’auto-celebrazione comunale presentata sul palco dall’assessore alla formazione Umberto Nicolai.

Ad affiancarlo nella conduzione, però, c’era anche il direttore de Il Giornale di Vicenza Luca Ancetti che ha deliziato i (pochi) presenti delle società sportive vicentine con perle sui due ospiti di prestigio della serata: la senatrice Daniela Sbrollini, “vestita da gelataia” secondo Ancetti, che l’ha appellata più volte anche del titolo di “onorevole”, prima di essere corretto davanti a tutti dal sindaco Achille Variati. Verso il quale Ancetti ha anche svelato alla platea del mondo dello sport che il primo cittadino “non è mai stato uno sportivo e solo negli ultimi tempi si è avvicinato al Vicenza Calcio”, ma soprattutto di “vederlo più di sua moglie negli ultimi giorni…”.

Una grande “sagra” in famiglia (c’era anche il buffet, previsto per le 22.30, ma i tempi si sono parecchio allungati…), con anche l’autocelebrazione giornalistica in casa GdV. Il premio speciale “Gianmauro Anni” è andato, infatti, a Stefano Girlanda. Motivazione scritta nero su bianco nella brochure? “Ha sempre lavorato per il quotidiano Athesis (è la società editrice ndr)” e “Nel settembre 1980 bussò alla porta del GdV e la prima persona che incontrò fu Gianmauro Anni”.

Oggi Girlanda è il responsabile dello sport e chi ha incaricato di seguire con due articoli questa festa dello sport vicentino? Roberto Luciani, storico addetto stampa della Provincia di Vicenza (presidente Achille Variati, sindaco di Vicenza) che da anni scrive numerosi articoli di sport, cultura e cronaca su Il Giornale di Vicenza. Il simpatico aquilotto (laziale) romano fa benissimo a cogliere le opportunità del doppio incarico, anche perché per sua stessa ammissione “ho chiesto all’Ordine se potevo farlo e mi hanno dato il via libera”. Via libera che è arrivato anche dal “quotidiano Athesis”.

È solo che c’è un piccolo particolare. Secondo la Legge 7 giugno 2000, n. 150 che “Disciplina le attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni” all’articolo 9, comma 4 c’è scritto: “I coordinatori e i componenti dell’ufficio stampa non possono esercitare, per tutta la durata dei relativi incarichi, attività professionali nei settori radiotelevisivo, del giornalismo, della stampa e delle relazioni pubbliche. Eventuali deroghe possono essere previste dalla contrattazione collettiva di cui al comma 5”.

I tanti giovani giornalisti sportivi ringraziano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: