A2 donne mercato

Ivona Matic c’è. E anche il comunicato ufficiale made in Roberto Pellizzaro (con premessa…)

Il comunicato stampa non ci era stato spedito, ma dopo le nostre rimostranze al nuovo addetto stampa della società, Roberto Pellizzaro, storica conoscenza del basket vicentino, è arrivato il via libera della società AS Vicenza per inviarcelo. Anche quest’anno, cari lettori, potrete perciò leggere in anteprima su LaBaskettara gli articoli sulla VelcoFin Interlocks (immaginiamo che sia il secondo nome-sponsor, e non dei caratteri “scappati” durante la battitura, dato che è comparso all’improvviso…) che escono, firmati, su Il Giornale di Vicenza quasi identici alle note stampa inviate dalla società. In più vi preannunciamo già che le partite casalinghe delle ragazze biancorosse le seguiremo anche con i foto-racconti del nostro fotografo “inviato sul campo” Andrea Targon (nella foto un suo scatto). Perché il nostro sogno, per il bene di tutto il movimento cestistico vicentino, è di veder tornare ai massimi livelli (anche europei) la storica società berica. Ma prima di tutto con un seguito adeguato. Scorrendo i numeri sui lettori che registriamo sulla nostra testata giornalistica, l’interesse è notevole (non ai livelli della serie B maschile comunque) e però non si rispecchia nelle presenze al palazzo. Non bastano le solite motivazioni sul livello di gioco o delle vittorie, si è creata una sorta di antipatia generalizzata in questi anni, alla quale bisognerebbe porre rimedio al più presto. L’arrivo in società di Pellizzaro riuscirà in questa operazione “simpatia” verso gli appassionati in città? 

Ecco il comunicato con la notizia dell’acquisto di Matic (grande acquisto, se è rimasta la giocatrice di tre anni fa…):

Ivona Matic è il primo importantissimo acquisto della VelcoFin Interlocks edizione 2018-19. Classe 1986, alta cm 189 cm, è la torre ideale per presidiare l’area difensiva e per attaccare e colpire il canestro avversario. Un acquisto mirato, a lungo inseguito dal gm Mario Bedin, per la soddisfazione del neo, si fa per dire, allenatore Aldo Corno e del suo vice Stefano Strukul. Matic lo scorso anno militava nel Basket Club Bolzano dove era arrivata la stagione precedente ed ha disputato un ottimo campionato con 13 punti e 8 rimbalzi di media partita.

Croata, già a 19 anni faceva parte dello starting five del Dubrovnik Ragusa in A1 dove rimane fino al 2008 meritando la convocazione in nazionale croata per le qualificazioni agli Europei. Nel 2009 lascia la società d’origine per passare in Slovenia al Celje, poi in Francia, con ritorno in Croazia prima al Gospic poi a Zagabria, e di nuovo al Dubrovnik. Nel 2014 approda a Castel S. Pietro in A2, fa seguire un’esperienza in Germania nella massima divisione a Kelter, infine Bolzano. Nel suo palmares spiccano le vittorie nel campionato sloveno 2009-2010 e nel campionato croato 2010-2011; e la partecipazione a più edizioni dell’Adriatic League.

Un Corno visibilmente contento così definisce l’atleta croata: “Ivona è una giocatrice dinamica, capace di un basket rapido e brillante; un numero 5 moderno in grado di giocare sia dentro che fuori. Molto duttile, ha una caratteristica fondamentale che ci tornerà molto utile: dal punto di vista difensivo è in grado di cambiare su qualsiasi giocatrice e tenere, nonostante la statura, anche l’uno contro uno di un play”.

Ma come si è arrivati a chiudere con Matic? Lo spiega Mario Bedin: “Siamo stati favoriti dalla madre di Matic, ex giocatrice, che stima molto Corno e conosce la storia della nostra società. Così ha spinto per l’arrivo a Vicenza della figlia che comunque fin dai primi contatti ha espresso il proprio entusiasmo e la volontà di venire da noi”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: