A1 donne A2 donne Fip In primo piano Minors Rassegna Baskettara Serie B

Ritorni, storture e un “calcio” al pala…

Si riparte. Questa volta con un appuntamento settimanale, nei “dintorni” del weekend. L’obiettivo rimane lo stesso dell’intento iniziale: dare più risalto e spazio mediatico a quel magico gioco con la palla a spicchi: il mondo cestistico vicentino si è dimostrato per la quasi totalità indifferente, e purtroppo in alcuni casi intollerante, verso questo nuovo spazio mediatico. Vorrà dire che sono soddisfatti dell’attenzione e dello spazio riservato al basket dai media tradizionali locali. Contenti loro…

Questo giornale non sarà più, perciò, un appuntamento quotidiano (ma aggiorneremo con diverse news durante il giorno la pagina facebook, anche nel box qui a lato ndr) per informare sul basket berico, ma diventerà un momento di approfondimento nel quale ci diletteremo a raccontare anche di altri temi, tra curiosità dal mondo dello sport e della società vicentina, sempre con l’autorevolezza di una testata giornalistica registrata in tribunale. Dedicheremo più spazio anche per servizi video e fotografici, soprattutto sul basket maschile e sulla principale squadra di pallacanestro della città, la Vicenza che sta regalando emozioni e sorprese agli sportivi. Solo che in tanti non se ne sono accorti, tra oscurantismo della tv locale e spazio risicato sui quotidiani, che stride rispetto a quello concesso a Schio in un’agonizzante, da anni, movimento cestistico femminile. Una stortura mediatica nel periodo di massimo splendore del basket maschile veneto, con lo scudetto sulle maglie della Reyer Venezia e palasport strabordanti di passione a Treviso e Verona in A2. Serie un gradino sopra a quella della Tramarossa e alla quale aspira ad arrivare: ma serve creare una solida passione di base, quella che a Vicenza invece sembra battere solo per il derelitto (sia in campo che dal punto di vista societario) Vicenza Calcio.

Per il Lane nel derby dell’orgoglio c’eravamo anche noi tra il pubblico dei 12 mila contro palaVicenzail Padova. E ci aspettavamo un “calcio” morale nella “casa del basket” anche per la festa storica con Baggio, Rossi, Guidolin e tanti altri ex campioni nella sera del 19 marzo. Palasport che nonostante il consueto e giusto pompaggio mediatico era invece mezzo vuoto (foto sopra), con solo la platea di “vip” sul campo che ha riempito le sedie (foto a lato).

Gli spalti, visto l’ingresso gratuito, avrebbero meritato un calore diverso. Che stia scemando l’interesse per il calcio, tra noia per gioco e risultati in campo e amore tradito fuori? Il nostro auspicio è che cresca la cornice di pubblico e l’interesse che meriterebbe il secondo sport cittadino, oltre che nazionale. Noi cercheremo attraverso questo mezzo di fare la nostra parte per poter finalmente condividere con un palazzo pieno le “emozioni baskettare”.

Nel palasport comunale della città di Vicenza, quindi palaVicenza. Perché oltre al calcio, ha rotto i coglioni anche Goldoni.

 

Intanto grazie ai lettori, cresciuti in numero sorprendente negli ultimi mesi dello scorso anno, che torneranno a seguire questo rinnovato giornale.

Un sorriso e alla prossima

Edoardo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: